Articoli

Valorizzazione del paesaggio: l’Umbria partecipa al progetto europeo UrbanLinks 2 Landscape del Programma “Interreg Europe 2020”

L’Umbria, come unica regione italiana, attraverso il Servizio Foreste, montagna, sistemi naturalistici della Direzione regionale agricoltura, ambiente, insieme a Rhineland Regional Council come capofila e con un partenariato composto da Schloss Dyck Foundation (Germania), Kristianstad Municipality (Svezia), Silesian Park (Polonia), Surrey County Council (Inghilterra), Kulfdiga District Municipality (Lettonia) ha avviato il progetto europeo UrbanLinks 2 Landscape, approvato il 16 maggio 2018 dal Joint Secretariat del Programma “Interreg Europe 2020”.
L’obiettivo principale del progetto è quello di contribuire al miglioramento delle politiche e dei programmi di sviluppo regionale sul tema della riqualificazione e valorizzazione del paesaggio rurale negli spazi aperti urbani e periurbani.
Il tema si pone di particolare interesse soprattutto in virtù della coerenza con alcune misure finanziarie del POR e del PSR 2014/2020 che riguardano progetti d’area che finanzieranno 10 comuni dell’Umbria, articolati da una rete di interventi finalizzati a ridurre situazioni di degrado e di banalizzazione, rivitalizzare tessuti e territori residuali e marginalizzati, tutelare e recuperare segni ed elementi storici dei paesaggi, valorizzare dal punto di vista formale e funzionale i paesaggi urbani e periurbani.
Il progetto prevede di lavorare, attraverso laboratori di “progettazione” partecipata e l’elaborazione e attuazione di piani d’azione concertati, con partner locali istituzionali e attori socioeconomici, professionisti e associazioni con diversi background ed esperienze per un confronto su nuovi usi e funzioni degli spazi aperti pubblici, soprattutto nei paesaggi di prossimità ai centri urbani, in relazione alla diversificazione rurale, biodiversità, l’inclusione sociale e il rinnovamento urbano.

Il 3-4- 5 giugno 2019 i partner stranieri saranno in Umbria per un workshop e un visiting tour che permetta loro di conoscere alcune realtà umbre che, a vario titolo e con diverse modalità, vivono e operano in questi contesti.
Anche l’esperienza de La Semente, caratterizzata da inclusione sociale e intrecciata alla valorizzazione del paesaggio sarà caso di studio: i partner saranno in visita in fattoria sociale il 5 giugno.

www.interregeurope.eu/ul2l

https://www.interregeurope.eu/policylearning/news/2787/third-call-projects-approved/

Natale in Umbria | Cosa visitare intorno all’agriturismo La Semente

L’Umbria per Natale si riempi di eventi, di feste, mercatini, presepi viventi e angoli dove degustare il buon cibo e il buon vino. Ecco perché vi proponiamo di approfittare dell’atmosfera e venire a trascorrere le vacanze di Natale in agriturismo da noi, a La Semente di Limiti di Spello, nel cuore verde dell’Umbria.

Il nostro agriturismo è dotato di tutti i confort, immerso nella natura e nella tranquillità della campagna umbra. Abbiamo per voi diverse soluzioni abitative, ampie camere dall’arredamento caldo, rete wi-fi, ampio parcheggia. Vi attende la nostra cucina, dove prepariamo alimenti gustosi con gli ingredienti sani e solidali coltivati da noi in fattoria.

E dunque cosa fare nei dintorni de La Semente in occasione del Natale? Vi consigliamo ad esempio di visitare Gubbio, dove sul monte Ingino è acceso l’albero luminoso più grande del mondo. O di godere della bellezza della magica Assisi, luogo mistico di grandezza artistica, dove ammirare, tra le altre attrattive, anche gli affreschi di Giotto, le Basiliche e la Porziuncola. O ancora visitare la 35esima edizione del presepe vivente di Corciano, che mette in scena il mistero della nascita del Bambin Gesù: per chi si troverà a passare dai vicoli e dalle piazze all’interno dell’antico castello sarà come vivere l’incanto di quel mistero. Potrete inoltre recarvi presso i mercatini di Rivotorto, o il presepe viventi di Bettona.

Per altri appuntamenti in Umbria visitate questo link —> https://bit.ly/2Sz0i0x

Non vi resta che prenotare le vostre vacanze. Potete inviare una email a info@lasemente.it o telefonare allo 0742.302033.

Ci trovate anche su Booking.com, basta cercare La Semente.

 

Eventi in Umbria | I luoghi da visitare e le manifestazioni da vivere

Cosa fare in Umbria? Cosa visitare? Quali eventi e manifestazioni non perdere, pensando ad esempio di soggiornarvi nei mesi di maggio, giugno e luglio? Oggi vi forniamo un vademecum speciale, per illustrarvi al meglio ogni dettaglio della particolarità di una regione come l’Umbria dai mille volti.

Spello e le sue Infiorate

Se vi trovate, ad esempio, nella zona del folignate, non potete perdere Spello e le sue Infiorate. Si tratta di manifestazioni durante le quale si celebra il Corpus Domini (che nel 2018 cade il 2 e il 3 giugno). Ogni anno, dagli anni ’30, gli artisti affollano le strade e mostrano le loro opere realizzate con petali di fiori ed ispirate ad eventi religiosi. Visitando Spello nei giorni dell’Infiorata, dunque, si possono ammirare stupende creazioni di decorazione floreale eseguite da veri artisti che le progettano e le preparano per mesi, usando soltanto elementi vegetali e fioreali. I variopinti “tappeti” ornamentali si diramano lungo tutte le vie e le piazzette, emanando il loro profumo e offrendo uno spettacolo gioioso di colori ai numerosissimi visitatori che vengono a visitare Spello per l’occasione.

Ogni anno a Spello si confezionano circa 1.500 metri di tappeti e quadri floreali che, ispirati a motivi religiosi – secondo la libera fantasia o riproducendo opere famose -, celebrano Gesù e il miracolo eucaristico. L’usanza di addobbare con i fiori il percorso delle processioni religiose ha radici lontane nel tempo e solo alcuni secoli fa si è trasformata in vero e proprio omaggio alla festa religiosa del Corpus Domini, il miracolo eucaristico.

Spello nasce su uno sperone del Monte Subasio, ben visibile anche dalla strada statale 75 che ne costeggia le pendici. È proprio la pietra rosa del Subasio, così come accade ad Assisi, a dare una meravigliosa colorazione a tutto il centro urbano, testimone di un’antica tradizione e del passaggio di popoli importanti, come i romani. I resti dell’Anfiteatro e del Teatro romano sorgono all’interno della cinta muraria medievale dove sono perfettamente conservate la Porta Consolare e la Porta Urbica.

I ceri di Gubbio

Spostandoci un po’ più a nord, troviamo Gubbio, definita “città grigia” per i blocchi di calcare su cui è costruita. Da visitare assolutamente Piazza Grande, centro principale della città, per poi fare un giro tra i monumenti, dal Palazzo dei Consoli al Palazzo del Capitolo fino al Duomo, scoprendo così le meraviglie di questo borgo umbro.

Se siete in zona il 15 maggio, poi, potrete assistere alla manifestazione più attesa, i Ceri di Gubbio. La Corsa altro non è che un atto di devozione a Sant’Ubaldo, Vescovo della Città, e la si corre dall’anno della Sua morte avvenuta nel 16 maggio 1160. Consiste nel trasporto di corsa di tre Ceri coronati da statue di Santi: sant’Ubaldo (patrono di Gubbio), san Giorgio e sant’Antonio Abate. È una delle più antiche manifestazioni folcloristiche italiane. Bisogna inoltre ricordare che i Ceri sono tre manufatti di legno coronati dalle statue dei tre santi, innestati verticalmente su altrettante barelle, a forma di “H”, che ne permettono il trasporto a spalla effettuato da parte dei ceraioli, capitanati dal “capodieci”. Il loro peso, comprensivo di tutti gli elementi, è di quasi 300 chili.

Perugia e il suo 1416

Se visitate l’Umbria, non potete comunque perdervi l’occasione di visitare Perugia, un piccolo gioiello in grado di custodire bellezze architettoniche, storiche e artistiche di alto pregio, dall’epoca etrusca, all’epoca medievale, ai secoli successivi. Dalla Galleria Nazionale al Pozzo Etrusco, dall’Oratorio di San Bernardino al Corso Vannucci: Perugia ha una vita cittadina molto intensa, legata soprattutto alla presenze di una delle più antiche Università degli Studi della penisola (fondata nel 1308), oltre che della maggiore Università per stranieri d’Italia.

Nel mese di giugno, inoltre, si svolge la manifestazione 1416, che nel 2018 si celebrerà l’8, 9 e il 10 giugno. E’ dedicata al condottiero Braccio Fortebracci. Un evento, tra storia e leggenda, che celebra il passaggio della città dal Medioevo al Rinascimento. Una grande festa in cui i cinque Rioni della città si sfidano per aggiudicarsi il Palio 2018, tra giochi medievali, corteo storico, mercatini e artisti di strada.

Assisi e il Calendimaggio

Non si può ovviamente dimenticare di menzionare Assisi, una delle città più visitate dell’Umbria, celebre anche per San Francesco e Santa Chiara. Proprio queste due figure fanno di Assisi il principale centro religioso della regione, meta prediletta da molti pellegrini. La città moderna è sorta senza intaccare la struttura della città antica: una serie di stradine collega le varie piazze disposte su livelli differenti e custodi di tutta la storia della città. Agli inizi di maggio è possibile immergersi nella festa di Calendimaggio, le cui origini si perdono nel tempo e si riallacciano a consuetudini pagane che celebravano con riti diversi, ma tutti improntati alla gioia, il ritorno della primavera e quindi il rinnovarsi del ciclo della vita. Per scoprire il programma della festa e dei giochi, potete visitare il sito ufficiale del Calendimaggio.

©Riproduzione riservata

Sanità in Umbria | Nel 2018, 160 progetti per favorire la vita indipendente e l’inclusione sociale

La notizia dell’impegno della Regione Umbria per favorire, in ambito sanitario, la vita indipendente e l’inclusione sociale arriva proprio il 3 dicembre, Giornata Internazionale per le Persone con Disabilità. “Da gennaio 2018, per la prima volta in Umbria, saranno attivati oltre 160 progetti per favorire concretamente la vita indipendente, l’autonomia e l’inclusione sociale delle persone con disabilità”. A renderlo noto è l’assessore regionale alla Salute, alla Coesione sociale e al Welfare, Luca Barberini.

Una novità che noi stessi da La Semente salutiamo con piacere e che consideriamo un gesto importante, utile a piantare nuovi semi sul territorio nell’ottica dell’inclusione sociale e della programmazione del service design.

Una possibilità, quella dei fondi per l’inclusione sociale, arrivata dopo che la Giunta regionale ha approvato in via definitiva le “Linee guida per la vita indipendente della persona con disabilità”, a seguito di un’ampia fase di partecipazione con l’Osservatorio regionale sulla condizione delle persone con disabilità, le Federazioni maggiormente rappresentative al livello nazionale e i Comuni capofila delle Zone sociali, che realizzeranno concretamente i progetti.

Si tratta di una grande novità in materia di disabilità e di non autosufficienza – evidenzia Barberini – perché per la prima volta, nella nostra regione, non sono istituzioni e servizi a stabilire i bisogni della persona disabile ma la persona stessa, attraverso progetti individuali e personalizzati che tengano effettivamente conto delle esigenze di ciascuno. È un vero e proprio cambio di paradigma, che prevede un approccio innovativo alla disabilità, ponendo al centro la persona e il suo progetto di vita. Si tratta di un percorso atteso da anni, non solo dalle persone disabili e dalle loro famiglie ma anche dalle associazioni del settore, con la comunità che si fa carico di chi è più fragile favorendone autonomia e inclusione”.

L’obiettivo – sottolinea l’assessore – è dare risposte più efficaci ai bisogni, promuovendo un processo d’innovazione culturale, metodologica e organizzativa e riorientando i servizi verso l’autodeterminazione, la promozione dell’autonomia e la piena integrazione sociale delle persone con disabilità“.

A tale scopo – spiega Barberini – con risorse del Fondo sociale europeo 2014-2020, sono stati stanziati quasi 2,4 milioni di euro, destinati alle dodici Zone sociali dell’Umbria, per realizzare 126 progetti sperimentali di vita indipendente. Sono stati inoltre previsti ulteriori 800mila euro con il Fondo nazionale per la non autosufficienza e altri 600mila euro con la nuova programmazione Prina (Piano regionale integrato non autosufficienza), che permetteranno di realizzare altri 40 progetti. I destinatari – continua – sono persone residenti in Umbria, di età compresa fra 18 e 64 anni, con un Isee fino a 25mila euro e in condizioni di accertata disabilità.

I progetti di vita indipendente saranno definiti sulla base delle caratteristiche di ogni singolo richiedente e potranno riguardare percorsi di studio e formazione, lavorativi, di assunzione di carichi familiari, attività di rilevanza sociale, azioni comuni di vita quotidiana, esperienze di coabitazione sociale, tutti mirati all’approccio verso l’autonomia”.

Le modalità di accesso ai percorsi di vita indipendente verranno indicate in un avviso pubblico, predisposto dalla Regione Umbria per assicurare omogeneità di trattamento su tutto il territorio regionale ed emanato nel prossimo gennaio dai Comuni capofila delle Zone sociali. I contributi erogati vanno da 12 a 18mila euro a progetto, per una durata massima fra 12 e 18 mesi. Sono destinati a coprire i costi per operatori, regolarmente contrattualizzati, individuati come assistenti delle persone con disabilità, per la locazione dell’unità immobiliare nella quale viene realizzato il progetto e per l’acquisto di ausili all’autonomia.

“Solidarietà… di gusto !” Pranzo di Natale 2015 Angsa Umbria Onlus

Domenica 13 dicembre 2015, presso la splendida cornice del Delfina Palace Hotel di Foligno, ANGSA Umbria Onlus ha festeggiato il Natale insieme ai suoi amici, sostenitori e compagni di avventura.
Un pranzo in famiglia, la grande famiglia dell’ANGSA, che ha regalato momenti di gioia, commozione, allegria e solidarietà.
Una splendida giornata che ci ha permesso di condividere, con tutti, i principali traguardi raggiunti quest’anno e le future attività che ci vedranno impegnati :
l’avvio, ormai prossimo, della Cooperativa Agricola Sociale La Semente, presente anche ad Expo Milano 2015, che tra le innumerevoli attività gestirà anche l’agriturismo dedicato ad un turismo sociale e responsabile;  l’apertura delle sedi operative Angsa Umbria Onlus di Terni e di Foligno;  la partenza, a breve, dei centri per i piccoli affetti da disturbo dello spettro autistico.
A fine pasto, la consueta lotteria, ha regalato come sempre ricchi premi e grandi sorrisi.
Un ringraziamento speciale va all’Assessore alla coesione sociale e politiche sanitarie della regione Umbria Luca Barberini, all’Assessore alle politiche sociali del Comune di Foligno Maura Franquillo, all’Assessore ai lavori pubblici del Comune di Bastia Umbra Catia Degli Esposti, all’Assessore alla cultura del Comune di Spello Irene Falcinelli, al Direttore del Dipartimento Salute Mentale AUSL Umbria 2 Dott.ssa Antonia Tamantini, al Responsabile Neuropsichiatria infantile-età evolutiva AUSL Umbria 2 Dott. Massimo Stortini, alla delegazione dei Camminatori di Santiago capitanata dal Presidente dell’ANGSA La Spezia Dott. Alberto Brunetti, con la quale abbiamo condiviso il filmato dell’esperienza svolta da alcuni ragazzi affetti da disturbo dello spettro autistico nella fantastica avventura del Cammino di Santiago.

Con immensa gratitudine salutiamo tutti coloro i quali hanno trascorso questa fantastica giornata insieme all’ANGSA Umbria Onlus, e vi diamo appuntamento all’anno prossimo.

Un momento della lotteria

L’Artigiano del ferro battuto, Luca Peppoloni, omaggia di una sua opera la Presidente dell’ANGSA Umbria Onlus Paola Carnevali Valentini.

Luca Barberini, Assessore Regionale alla Coesione Sociale e Welfare, in visita a La Semente

   Martedì 11 agosto il nuovo delegato alla Tutela e Promozione della Salute / Programmazione e organizzazione Sanitaria dell’Umbria ci ha onorato della sua presenza per una visita aziendale conoscitiva. Alla preziosa presenza del Sindaco di Spello Moreno Landrini, sono stati presentati i diversi aspetti del nostro centro; abbiamo parlato di storia, della ratio inerente le attività riabilitative, delle linee di sviluppo commerciali e del Distretto Rurale di Economia Solidale. Ci portiamo nel cuore gli scambi spontanei nati con gli utenti e la passeggiata fino ai campi con tanto di scarpe sporche. Troviamo fondamentali infatti, oltre ai convenevoli e agli aspetti tecnici, i punti di vista informali: i dialoghi tra chi crea le politiche e chi ne usufruisce e i segni di una politica che esce dal palazzo per toccare la realtà imbrattandosi le calzature di terra. Siamo sicuri di aver vissuto una mattinata all’insegna del cuore e del buon senso, ancor più convinti che solo da una sana armonizzazione dell’intelletto e dell’anima si possa cogliere il senso del presente e la visione del futuro.

Grazie Luca, Grazie Moreno

 

Tutela e promozione della salute – Programmazione e organizzazione sanitaria – See more at: http://www.regione.umbria.it/giunta-regionale#sthash.acZpBq8n.dpuf
Tutela e promozione della salute – Programmazione e organizzazione sanitaria – See more at: http://www.regione.umbria.it/giunta-regionale#sthash.acZpBq8n.dpuf
Tutela e promozione della salute – Programmazione e organizzazione sanitaria – See more at: http://www.regione.umbria.it/giunta-regionale#sthash.acZpBq8n.dpuf

Nichi Vendola in visita a La Semente


Il Presidente Nazionale di Sinistra Ecologia e Libertà e Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola, è stato nostro ospite a La Semente.
Accompagnato da alcuni delegati di Sinistra Ecologia e Libertà Umbria ha visitato l’intero Centro Diurno, soffermandosi in tutti i laboratori ergo terapici e facendo la conoscenza di ragazzi e operatori.
La visita è proseguita sui terreni della Fattoria Sociale, dove sono state illustrate le tecniche di coltivazione biologica che pratichiamo e dove è stata spiegata l’attività della Cooperativa Agricola Sociale La Semente che vede l’inserimento lavorativo di ragazzi affetti da disturbo dello spettro autistico.
La visita è stata molto piacevole, ed il Presidente Vendola si è dimostrato fortemente sensibile all’argomento e disposto al dialogo e al supporto della nostra causa.
Abbiamo enormemente gradito i suoi complimenti, che vanno a rafforzare ulteriormente la convinzione che stiamo proseguendo per la strada giusta.

Fiorisce la solidarietà! Le roselline di Angsa Umbria Onlus dall’8 al 10 maggio 2015

Anche quest’anno tornano le bellissime rose dell’Angsa Umbria Onlus.
Un evento in programma l’8, 9 e 10 maggio 2015 denominato “Aiutaci a far fiorire il futuro…”, che, con una piccola donazione a favore dei soggetti autistici, permette di ricevere una profumatissima piantina di rose.
Saremo dislocati con i nostri banchetti in diverse zone dell’Umbria, grazie al preziosissimo supporto dei tanti volontari, associati, genitori e amici.
Di seguito le postazioni dove potrete trovare le roselline confezionate e preparate dai ragazzi del centro diurno:

Perugia – Centro storico in via Mazzini (vicino gelateria Gromm).

Terni – Centro storico in Viale della Rinascita –  Parrocchia di San Giuseppe Lavoratore –  Parrocchia di Santa Maria del Monumento.

Bastia Umbra – Centro storico, Piazza Mazzini – Chiesa San Lorenzo – Chiesa XXV Aprile – Coop di Bastia – Centro Commerciale Polo Giontella.

Foligno – Chiesa di San Paolo.

Spello – Chiesa di Santa Maria Maggiore – Centro Commerciale Superconti.

Rivotorto – Centro Storico.

Santa Maria degli Angeli – Centro storico (piazza laterale alla Basilica) – Coop di S.Maria d.Angeli.

Cannara – Coop di Cannara.

Valfabbrica  – Coop di Valfabbrica.

Capodacqua di Assisi – Centro Storico (presso chiesa di Capodacqua Bassa e Capodacqua Alta).

PetrignanoCentro storico.

Palazzo
Centro storico.

TordibettoCentro storico.

Torchiagina  – Centro storico.

Collestrada – Centro storico.

Ponte San Giovanni – presso zona CVA.

Anche quest’anno, oltre ai luoghi sopra elencati, sarà possibile trovare le nostre roselline anche in diversi negozi, grazie alla sensibilità dei negozianti che hanno messo a disposizione i loro spazi commerciali per coinvolgere la loro clientela nella campagna : Parrucchieri di Bastia Umbra; Parrucchieri di Petrignano; Alimentari di Petrignano; Scuole dell’infanzia di Perugia; Libreria Musica & Libri di Batia Umbra.
In questi spazi commerciali le roselline saranno presenti già a partire da mercoledì 6 maggio 2015.

Un piccolo gesto, un grande regalo !
Grazie.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’autismo al cinema – Il cinema in Umbria si tinge di blu.

In occasione della Giornata Mondiale della consapevolezza dell’Autismo, svoltasi lo scorso 2 aprile, Angsa Umbria Onlus vuole tenere ancora accesi i riflettori sulla tematica, e pertanto è lieta di invitarvi alle proiezioni gratuite di due film straordinari che trattano in maniera leggera ma efficace il tema dell’Autismo.
Il giorno lunedì 20 aprile, ore 20:45, presso il Cinema Teatro Esperia di Bastia Umbra, sarà proiettato il film di Mick Jackson : “Temple Granding. Una donna straordinaria.”
Il giorno venerdì 24 aprile. ore 20:45, presso il Teatro Comunale Subasio di Spello, sarà proiettato il film di Carlo Zoratti : “The Special Need.”
L’ingresso alle due proiezioni è libero, sino ad esaurimento posti disponibili in sala.
Per informazioni : angsaumbriaonlus@libero.it 320/3825423 338/6344821

La sgranatura delle cicerchie

Uno dei laboratori del centro riguarda il trattamento del Lathyrus savitus volgarmente detto cicerchia. Si tratta di un legume appartenente alla famiglia delle Fabaceae diffusamente coltivato per il consumo umano in Asia, Africa Orientale e limitatamente anche in Europa ed in altre zone. E’ una coltura particolarmente importante in aree tendenti alla siccità e alla carestia, detta cultora di assicurazione poichè fornisce un buon raccolto quando le altre colture falliscono. Il consumo di questa pianta leguminosa è limitato ad alcune aree del centro-sud ed è in costante declino. Le regioni di Marche, Abruzzo, Molise, Puglia ed Umbria hanno ottenuto dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, per le cicerchie prodotte in varie zone delle stesse regioni, il riconoscimento di prodotto agroalimentare tradizionale italiano.

I nostri ragazzi si occupano della cernita dei legumi sani rispetto a quelli corrotti

Provvedono a riempire i sacchetti

Si preoccupano infine del confezionamento
Vi salutiamo segnalandovi la buonissima quanto semplice ricetta della zuppa di cicerchie 

“La Semente sotto le stelle”

Da quest’ anno, l’Angsa Umbria Onlus, darà il via a nuove collaborazioni, nuove iniziative e nuovi eventi che si andranno a sommare ai tanti altri che da anni si ripetono… il tutto nello spirito di voler dare sempre più forza, sempre più visibilità e ovviamente sostenibilità, a quanto stiamo facendo insieme.
Quindi non potete non essere presenti alla I Edizione della cena evento:
“LA SEMENTE SOTTO LE STELLE” – DOMENICA 7 SETTEMBRE 2014 ore 20.30,
serata dal sapore magico che vedrà la preziosa collaborazione della Pro Loco di Capodacqua di Assisi che ha proposto l’idea e ha voluto fortemente creare questa serata evento…
cena e musica live nell’incantevole giardino panoramico de La Semente, tutti insieme per godere della convivialità che ci unisce e per sostenere con le donazioni provenienti dall’incasso dell’evento il grande ed importante progetto comune che ci vuole tutti uniti : La Semente.

Per motivi di organizzazione e di logistica la cena evento è a numero chiuso, per cui è necessaria la prenotazione: vogliate essere così gentili nel provvedere cortesemente a comunicare numero dei partecipanti entro il 31 agosto contattandoci al  338/6344821  (Eleonora)


Laboratorio di Musicoterapia

La Musicoterapia, così come viene definita dalla World Federation of Music Therapy (Federazione Mondiale di Musicoterapia), “è l’uso della musica e/o degli elementi musicali (suono, ritmo, melodia e armonia) da parte di un musicoterapeuta qualificato, con un utente o un gruppo, in un processo atto a facilitare e favorire la comunicazione, la relazione, l’apprendimento, la motricità, l’espressione, l’organizzazione e altri rilevanti obiettivi terapeutici al fine di soddisfare le necessità fisiche, emozionali, mentali, sociali e cognitive.

La musicoterapia mira a sviluppare le funzioni potenziali e/o residue dell’individuo in modo tale che questi possa meglio realizzare l’integrazione intra- e interpersonale e consequenzialmente possa migliorare la qualità della vita grazie a un processo preventivo, riabilitativo o terapeutico.”

“Ogni nostro gesto, movimento, azione, intonazione della voce scaturisce da quello che bolle dentro di noi, dalle nostre emozioni, belle o brutte che siano non ha importanza. In ogni nostro gesto, movimento, azione, intonazione della voce, c’è un ritmo, un tempo, una musica. Musicoterapia, arte della comunicazione, consiste nel dare voce, trasformare in melodia, canto, armonia, il ritmo insito in un gesto, movimento, azione. Le capacità musicali sono in ciascuno di noi perché la nostra storia è intessuta di ritmi, suoni, versi, rumori, a partire dal momento del concepimento. Il silenzio è il grande assente nella vita dell’uomo sulla terra. Voci, suoni, rumori, versi del mondo sono il silenzio della natura.” [F.I.M. Federazione Italiana Musicoterapeuti]

Vi lasciamo con un video girato durante l’attività svolta dalla musicoterapeuta Paola Melillo.