A La Semente, le strenne natalizie. Regala del buono con un presente per il futuro

Natale è in arrivo? Volete regalare ai vostri cari, ai vostri amici, fornitori e clienti un dono buono, solidale e realizzato con prodotti a km0? O siete ancora indecisi su ciò che potrebbe augurare loro buone feste?

Niente paura: quest’anno La Semente vuole darvi un’idea che rappresenti il vostro segno di amicizia, amore, affetto. Sono in arrivo le strenne natalizie in fattoria, composte da prodotti biologici, coltivati anche dai nostri ragazzi nell’ottica dell’inserimento lavorativo. Un concentrato di sapore, genuinità e solidarietà.

Sapevate che la tradizione della cosiddetta strenna natalizia (regalo di Natale) discende da una consuetudine degli antichi romani, che si scambiavano doni augurali durante il periodo dei Saturnalia, che si celebravano a Roma dal 17 al 23 dicembre?

Se è vero che a Natale si è tutti più buoni, vorremmo che la predisposizione al donare possa prendere la forma della solidarietà, per chi, se vorrà sostenere il nostro progetto e acquistare le strenne natalizie de La Semente, deciderà di sostenere la nostra cooperativa e fattoria sociale acquistando un presente per il futuro e regalando del buono.

E volete sapere come saranno composte le nostre strenne? Avrete a disposizione un vasetto di miele da mezzo chilo, prodotto dalle nostre api che crescono nelle campagne della nostra fattoria a Spello, e due vasetti dei nostri gustosi trasformati. Potete sapere di più dei nostri trasformati, visitando la nostra pagina dedicata: //www.lasemente.it/business-sociale/

Prenotate anche voi le strenne natalizie de La Semente da regalare ai tuoi amici, parenti, fornitori e clienti.

Per info e prenotazioni, potete telefonate allo 0742.302033 o inviare una email a commerciale@lasemente.it.

Al Senato, con esperti e testimonianze momento di confronto sui disturbi intellettivi

“Abbiamo sempre sostenuto il grande valore dell’agricoltura come fonte primaria di vita e opportunità di sviluppo. L’amore per questo settore e la consapevolezza di quanto ci possa offrire, ci ha spinti a incentivare la diversificazione delle attività dell’impresa agricola, tra queste, a renderci particolarmente orgogliosi, le opportunità fornite dall’agricoltura sociale. Grazie all’impegno di molti attori è diventata una pratica innovativa, elemento caratterizzante il ruolo multifunzionale dell’agricoltura”. Con questa premessa Cinzia Pagni, presidente ASeS Agricoltori Solidarietà e Sviluppo, la Ong di Cia-Agricoltori Italiani ha aperto il convegno “L’Agricoltura per l’inclusione sociale di persone con disabilità intellettiva” che si è tenuto a Roma, nella Sala Zuccari di Palazzo Giustiniani.

Una mattinata di approfondimento, riflessione e confronto arricchita dalla presenza della neuropsichiatra infantile Paola Vizziello, di Daniela Pavoncello per l’INAPP e Giuliano Ciano per il FNAS. Presenti anche i referenti di quattro esperienze che già hanno attivato percorsi di agricoltura socialeCapodarco, Semente, Istituto Agazzi-Arezzo Rete “ALL in For All”, Cooperativa Pegaso Progetto RAES Azienda Agricola Olivart. Sono intervenuti Giuseppe L’Abbate, sottosegretario alle Politiche agricole, alimentari e forestali e Susanna Cenni, vicepresidente Commissione Agricoltura della Camera. A chiudere l’iniziativa il presidente nazionale Cia-Agricoltori Italiani, Dino Scanavino.

In Europa la disabilità riguarda una persona su seicirca 80 milioni di individui in totale, tra questi il tasso di povertà è superiore del 70% rispetto alla media, – anche a causa delle difficoltà ad entrare nel mondo del lavoro, – percentuali che aumentano oltre i 75 anni di etàIn Italia 750 mila persone sono iscritte al collocamento obbligatorio. Questi numeri, destinati ad aumentare di pari passo con l’invecchiamento demografico della popolazione, chiamano tutti, ognuno a seconda delle proprie capacità e possibilità, ad un profondo senso di responsabilità. E’ proprio in questo contesto che ASeS-Cia ha scelto di essere protagonista, a fianco di chi ha dimostrato di condividere questa visione di social-inclusive community, nella costruzione di progetti e azioni volte a migliorare la qualità della vita, partendo da nuovi principi di welfare di comunità.

Esperienze sul campo hanno dimostrato che l’agricoltura sociale è un laboratorio a cielo aperto e che le progettualità possono riguardare ambiti diversi, tutti però orientati all’obiettivo primario dello sviluppo di attività con utilità sociale. Utilizzando quell’insieme di opportunità che l’agricoltura offre, nascono e si sviluppano percorsi di equità e uguaglianza. Il settore primario offre, come verificato dai feedback dei progetti, un contesto unico, anche se non esclusivo, per fornire in collaborazione con cooperative sociali, associazioni, comuni e aziende sanitarie, servizi alle persone più deboli. Ecco allora che l’agricoltura sociale, ha dato vita a importanti percorsi.

L’evento tenutosi al Senato, è stato dunque un’occasione di incontro e confronto sui progetti di ASeS-Cia e sulle esperienze delle aziende agricole che hanno scelto l’inserimento socio-lavorativo di persone con disabilità intellettive e questo, partendo anche dal prezioso contributo fornito dai giovani del Servizio Civile e dai percorsi di agricoltura sociale confederali in diversi territori. Di particolare interesse, infine, la presentazione dei progetti che partiranno a breve e che coinvolgo giovani diversamente abili e, ogni qualvolta possibile, anche le loro famiglie.

“Siamo fieri del lavoro che ASeS svolge valorizzando il ruolo sociale dell’agricoltura e mettendola a servizio delle persone più in difficoltà -è intervenuto Dino Scanavino, presidente nazionale Cia-Agricoltori Italiani. Il valore delle iniziative è tangibile nei tanti casi aziendali che vedono coinvolti gli agricoltori di Cia. Dobbiamo mantenere alta l’attenzione anche delle istituzioni -ha concluso Scanavino- in particolare nelle aree del Paese più periferiche, dove i servizi scarseggiano e l’agricoltura diventa unico baluardo d’inclusione”.

A La Semente, la Festa di Ottobre con birra e hamburger

La cena evento di ottobre a La Semente sarà a base di hamburger e birra, in pieno spirito “Oktober Fest”. Tornano infatti con questa edizione, dopo i successi delle altre cene evento, i nostri appuntamenti enogastronomici con la “Festa di Ottobre”, appuntamento in agriturismo in compagnia di alcune realtà del territorio e delle loro bontà.
In tavola con questa cena andremo il prossimo 11 ottobre, alle ore 20.30.
Oggi vi presentiamo il menù della serata a La Semente:
  • Aperitivo con grissini artigianali al sesamo e dadolata di formaggio
  • Hamburger “sfizioso” con salse a scelta con contorno di cavolo nero e patate
  • Strudel di mele e miele
  • Acqua, 1 birra artigianale
La cena “Festa di Ottobre”, come detto, è organizzata grazie alla presenza in sala di alcune realtà del territorio che metteranno i loro ottimi prodotti rigorosamente a chilometro 0! Nello specifico, la birra artigianale sarà quella del Microbirrificio etico 10/9 di Spello, già protagonista a La Semente di altri eventi. Anche l’hamburger proverrà da allevamenti locali, ossia dalla macelleria La torre d’Andrea, Gli antichi sapori di Tordandrea Assisi.
Come per ogni cena in casa La Semente, per info e prenotazioni potete contattare Eleonora al numero 338.6344821. Il costo della serata è di 20 euro a partecipante, mentre per i bambini con età compresa tra i 4 e i 12 anni il costo è di 15 euro.
Vi aspettiamo!

Al Senato incontro con esperti del settore e casi aziendali

“L’agricoltura per l’inclusione sociale di persone con disabilità intellettiva” questo il titolo del convegno promosso da ASeS, la Ong promossa da Cia-Agricoltori Italiani e in agenda per mercoledì 2 ottobre alle 9:30 a Roma presso il Senato, nella Sala Zuccari di Palazzo Giustiniani (Via Giustiniani, 11).

Alle 10, l’avvio dei lavori con l’apertura di Cinzia Pagni, presidente ASeS-Cia e i saluti introduttivi di Giuseppe L’Abbate, sottosegretario alle Politiche agricole, alimentari e forestali; Gianpaolo Vallardi, presidente Commissione Agricoltura – Senato e Susanna Cenni, vicepresidente Commissione Agricoltura – Camera.

Interverranno Paola Vizziello, neuropsichiatra infantile, Fondazione IRCCS Ca’ Granda – Ospedale Maggiore Policlinico Milano; Daniela Pavoncello, INAPP e Giuliano Ciano, FNAS. A seguire le testimonianze di realtà attive in agricoltura sociale con il racconto di Salvatore Stingo, CapodarcoAndrea Tittarelli, La SementePaolo Lucattini, Istituto Agazzi – Arezzo, Rete “ALL in For All”; Federico Beconi, Coop Pegaso progetto RAES e Andrea Pagliai, Azienda agricola OLIVART.

Le conclusioni saranno affidate al presidente nazionale Cia-Agricoltori Italiani, Dino Scanavino.

Per partecipare è obbligatorio registrarsi.

ACCREDITI STAMPA La partecipazione all’iniziativa da parte degli operatori dell’informazione (giornalisti, fotografi e operatori) è regolamentata dall’Ufficio Stampa del Senato. Le richieste di accredito devono essere inviate all’Ufficio Stampa del Senato (fax: 06.6706.2947) e devono contenere i dati anagrafici (luogo e data di nascita), gli estremi della tessera dell’Ordine dei giornalisti, gli estremi del documento di identità per gli altri operatori dell’informazione e l’indicazione della testata di riferimento. Per ogni altra esigenza contattare direttamente l’Ufficio Stampa al numero 06 67063451

Piandarca Cipolla Tour al Tramonto con La Semente

Il prossimo venerdì 13 settembre si svolgerà la nuova edizione del Piandarca Cipolla Tour al tramonto con La Semente.

Il programma prevede una passeggiata di 6km guidata a piedi e a cavallo nelle campagne cannaresi, in collaborazione con noi della Cooperativa Agricola Sociale La Semente e con il Piandarca Horse’s e organizzata dall’Ente Festa della Cipolla di Cannara in occasione della 39esima Festa della Cipolla, che avrà luogo dal 3 all’8 settembre e dal 10 al 15 settembre 2019.

Il ritrovo, con merenda, prima della passeggiata è previsto per le ore 17.30 presso il Maneggio Piandarca Horse’s, con partenza alle 18.30. L’arrivo è previsto in Piazza del Terzo Ordine Francescano con una sorpresa per tutti i partecipanti. A seguire, alle ore 20, ci sarà un momento conviviale con una cena di solidarietà presso il ristorante “Al Cortile Antico”. La cena sarà realizzata con i prodotti de La Semente e l’incasso sarà devoluto alla cooperativa. Il prezzo fisso della cena è di 15 euro.

Per info e prenotazioni è possibile contattare Eleonora al numero 338.634421.

IL 9 AGOSTO ALLA FATTORIA SOCIALE LA FESTA DELL’AGRICOLTURA SOCIALE

Si terrà presso la splendida Fattoria Sociale di Protte, il prossimo 9 agosto a partire dalle 20, la Festa dell’Agricoltura Sociale, organizzata in collaborazione con la Cooperativa Sociale Il Cerchio e il Forum Nazionale Agricoltura Sociale Regione Umbria, con il contributo economico di Banco Desio.

Il Forum svolge una funzione di consulenza per le realtà che si affacciano all’agricoltura sociale, oltreché di incontro tra produttori agricoli, cooperative sociali, associazioni, famiglie e persone in situazione di svantaggio, ed ha promosso la formazione dei vari forum regionali.

L’agricoltura sociale, che in questi ultimi anni è andata sempre più espandendosi in Italia e in Europa, rappresenta un importante veicolo di integrazione sociale, economica e culturale, favorendo non solo uno sviluppo locale sostenibile ecologicamente, socialmente, ed economicamente, ma anche percorsi riabilitativi e di cura ampiamente riconosciuti.

Il programma prevede una cena a dir poco squisita, interamente composta da prodotti biologici forniti dalle varie realtà che fanno parte del Forum: dalle uova agli ortaggi e alla frutta, tutto il menu sarà composto da ingredienti al 100% bio.

Il contributo di partecipazione è di 15 euro a persona, che saranno devoluti al Forum dell’agricoltura sociale e alla annuale campagna di raccolta fondi della Cooperativa sociale Il Cerchio.

Durante la cena, inoltre, si terrà il concerto jazz del duo Calderini-Fornari, che eseguiranno un repertorio proveniente dalla tradizione afroamericana degli standard jazz, attraversando alcune delle più belle composizioni.

Per partecipare alla festa è necessaria la prenotazione entro il 5 agosto, contattando i numeri 0743221300 e 3355989803 (Alberto), oppure scrivendo agli indirizzi email amministrazione@ilcerchio.net o fattoriasociale@ilcerchio.net.

A La Semente, cena “Grigliata tra amici” – 20 luglio, ore 20.30

Tempo di estate, tempo di cene all’aria aperta. Per il buon cibo a La Semente, come ormai saprete, c’è sempre spazio, perché è una qualità che ci contraddistingue. Questa volta in fattoria sociale siamo lieti di organizzare e presentarvi un evento conviviale, dal titolo “Grigliata tra amici”. L’occasione sarà il 20 luglio, alle ore 20.30, in agriturismo a Limiti di Spello.

La cena, se le condizioni metereologiche saranno clementi, si svolgerà interamente all’aria aperta. Grande protagonista sarà il barbecue appena realizzato in giardino a La Semente, insieme ai gazebo. Non ci resta, dunque, che presentarvi il menu della serata:

Primo: pasta alla carbonara

Secondo: carne alla griglia

Contorno: panzanella

Da bere: acqua e vino.

La quota di partecipazione alla serata e di 20 euro. Per info e prenotazioni, potete telefonare a Eleonora, al numero 338.6344821.

Vogliamo inoltre condividere con i nostri lettori il fatto che l’idea della cena nasce da un gruppo di amici da sempre legati al progetto La Semente, affezionati al nostro sistema di agricoltura sociale, di solidarietà, di coltivazione degli ortaggi e di allevamento dei nostri animali (galline incluse) come natura crea. A La Semente, il buon cibo, bio e naturale, non manca mai. Speriamo dunque che la serata sia solo una delle tante occasioni che potremo realizzare insieme.

Vi aspettiamo!

Assif a La Semente, “Gli eventi per un’organizzazione non profit”

Il 20 luglio 2019, dalle 10 alle 13, presso l’agriturismo de La Semente, a Limiti di Spello, Assif (Associazione Italiana Fundraiser) organizza un incontro dal titolo “Gli eventi per un’organizzazione non profit”. A intervenire sarà Claudia Pozzi, socia senior di Assif e responsabile del gruppo territoriale Lombardia dell’associazione, consulente di comunicazione e fundraising per ONP di diverse dimensioni e ambiti. Il suo intervento sarà in particolare prezioso in quanto counselor, esperta di gestione e coordinamento delle risorse umane in ambito fundraising all’interno delle organizzazioni.

Durante l’incontro, gratuito e aperto a tutti, si parlerà di come utilizzare gli eventi nel piano strategico di comunicazione e fundraising, di come scegliere l’evento più adatto per la vostra organizzazione e quali sono i passi da fare per realizzarlo.

La Semente è coinvolta in particolare nell’organizzazione degli spazi e nella logistica dell’evento, di cui è partner.

Per informazioni e iscrizioni a gruppo.umbria@assif.it

Fior di cena | L’evento a La Semente il 4 luglio

Tornano a luglio a La Semente gli appuntamenti con le cene evento. Il 4 luglio, alle ore 20.30, infatti, sarà la volta della seconda edizione di “Fior di cena“. Protagonisti per l’occasione saranno i fiori, che con i loro petali, i loro colori e i loro profumi coloreranno i piatti serviti a tavola per l’occasione, oltre a donare un sapore tutto particolare alle pietanze.

Oggi, dopo una piccola anteprima sui nostri canali social, vi sveliamo il menù delizioso, che verrà preparato dalla cuoca Rosangela direttamente all’interno della cucina dell’agriturismo La Semente. Rosangela utilizzerà, oltre ai fiori, anche i prodotti (come uova e verdure) sani, genuini e a km0 nati, cresciuti e coltivati nella nostra fattoria a Limiti di Spello. Ecco dunque cosa potrete mangiare durante la serata:

ANTIPASTO
Grissini alla menta con prosciutto e melone

PRIMO
Risotto profumato alla calendula

SECONDO
Straccetti di vitello
Insalatina fantasia con petali di fiordaliso, girasole e fior di rucola

DESSERT
Frittella dolce con fior di zucca & cocktail di malva e limone.

Il tutto naturalmente accompagnato da acqua e vino.

Come per ogni cena in casa La Semente, per info e prenotazioni potete contattare Eleonora al numero 338.6344821.

Il costo della serata è di 20 euro a partecipante.

Vi aspettiamo!

Valorizzazione del paesaggio: l’Umbria partecipa al progetto europeo UrbanLinks 2 Landscape del Programma “Interreg Europe 2020”

L’Umbria, come unica regione italiana, attraverso il Servizio Foreste, montagna, sistemi naturalistici della Direzione regionale agricoltura, ambiente, insieme a Rhineland Regional Council come capofila e con un partenariato composto da Schloss Dyck Foundation (Germania), Kristianstad Municipality (Svezia), Silesian Park (Polonia), Surrey County Council (Inghilterra), Kulfdiga District Municipality (Lettonia) ha avviato il progetto europeo UrbanLinks 2 Landscape, approvato il 16 maggio 2018 dal Joint Secretariat del Programma “Interreg Europe 2020”.
L’obiettivo principale del progetto è quello di contribuire al miglioramento delle politiche e dei programmi di sviluppo regionale sul tema della riqualificazione e valorizzazione del paesaggio rurale negli spazi aperti urbani e periurbani.
Il tema si pone di particolare interesse soprattutto in virtù della coerenza con alcune misure finanziarie del POR e del PSR 2014/2020 che riguardano progetti d’area che finanzieranno 10 comuni dell’Umbria, articolati da una rete di interventi finalizzati a ridurre situazioni di degrado e di banalizzazione, rivitalizzare tessuti e territori residuali e marginalizzati, tutelare e recuperare segni ed elementi storici dei paesaggi, valorizzare dal punto di vista formale e funzionale i paesaggi urbani e periurbani.
Il progetto prevede di lavorare, attraverso laboratori di “progettazione” partecipata e l’elaborazione e attuazione di piani d’azione concertati, con partner locali istituzionali e attori socioeconomici, professionisti e associazioni con diversi background ed esperienze per un confronto su nuovi usi e funzioni degli spazi aperti pubblici, soprattutto nei paesaggi di prossimità ai centri urbani, in relazione alla diversificazione rurale, biodiversità, l’inclusione sociale e il rinnovamento urbano.

Il 3-4- 5 giugno 2019 i partner stranieri saranno in Umbria per un workshop e un visiting tour che permetta loro di conoscere alcune realtà umbre che, a vario titolo e con diverse modalità, vivono e operano in questi contesti.
Anche l’esperienza de La Semente, caratterizzata da inclusione sociale e intrecciata alla valorizzazione del paesaggio sarà caso di studio: i partner saranno in visita in fattoria sociale il 5 giugno.

www.interregeurope.eu/ul2l

//www.interregeurope.eu/policylearning/news/2787/third-call-projects-approved/

ASPA BASTIA per LA SEMENTE 5° Edizione RURALISSIMA – CORSA CAMPESTRE “CROSS COUNTRY for AUTISM”

Aria pura, paesaggi bucolici, natura incontaminata e cibo sano: sono gli ingredienti per la quinta edizione della Ruralissima, la corsa campestre che si correrà nelle campagne de La Semente, a Limiti di Spello, il prossimo 1 giugno.

La Ruralissima ‘sfrutta’ le bellezze paesaggistiche e rurali della nostra campagna umbra e nasce con l’obiettivo di sostenere il progetto de La Semente, centro diurno, fattoria sociale e distretto rurale a Limiti di Spello che dal 2011 è impegnata, tra gli altri servizi, nell’inserimento lavorativo a vantaggio di ragazzi adulti autistici.

La Semente è inoltre spin-off di ANGSA (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici) Umbria Onlus, ed è dunque impegnata nel campo dell’agricoltura sociale. È infatti sui suoi 4 ettari di campi (dove insistono anche 150 piante di frutta antica umbra, 250 galline ovaiole e api che producono miele prevalentemente millefiori) che nascono le verdure bio coltivate in base alla stagionalità e compongono, una volta acquistate, le cassette del Gruppo di Acquisto Solidale. La Semente ha inoltre recentemente avviato l’attività di agriturismo, che racchiude l’esperienza di soggiornare in un luogo dalla natura incontaminata, il mangiar bene ed il possibile esercizio volontario in campo sociale e agricolo.

Si correrà quindi anche quest’anno: la Ruralissima in questo 2019 infatti è alla sua quinta edizione. La nobile causa del sostegno alle famiglie di persone affette da autismo fa sì che lo slogan della manifestazione sia “Cross country for Autism”.

L’evento podistico vede l’organizzazione tecnica di ASPA Bastia, il patrocinio di Coni Italia e di ENDAS, lo sponsor tecnico della Decathlon di Foligno, e il contributo di: Grafiche Diemme di Bastia Umbra, Caseificio Broccatelli, Siena Bevande, Foto Hispellum, P.A.I. Bambini di San Francesco Onlus e dell’Azienda il Divin Pensatore di Eleonora Siena.

La corsa si svolgerà all’interno della fattoria sociale La Semente, toccando le aree agricole circostanti, regalando ai tanti podisti che parteciperanno una esperienza fuori dal comune. L’evento avrà inizio alle ore 16.00 con il ritrovo dei partecipanti. I giovani e i giovanissimi gareggeranno alle 17.00, mentre per gli adulti il turno arriverà alle 19.00. La gara podistica si concluderà con la premiazione.

A seguire cena bio in agriturismo a la Semente: un momento conviviale aperto a chi vorrà condividere con tutti i partecipanti e gli organizzatori una giornata all’insegna di solidarietà, sport, salute e condivisione.

È possibile inviare le proprie iscrizioni per partecipare a: info@aspabastia.it   info@lasemente.it o contattando i numeri 393/8386622 – 0742/302033.

Torna Cogli la prima Ciliegia | Cena evento a La Semente

La cena evento di maggio a La Semente si colora di rosso ciliegia. Torna infatti la terza edizione, dopo il successo dello scorso anno, di “Cogli la prima ciliegia”, appuntamento enogastronomico in agriturismo in compagnia della squadra della Proloco di Capodacqua d’Assisi, che per l’occasione avrà i suoi cuochi all’interno della staff della cucina a La Semente. In tavola con questa cena andremo il prossimo 24 maggio, alle ore 20.30. In cucina ci saranno i cuochi della famosa Sagra della Ciliegia della cittadina umbra.
Oggi vi presentiamo il menù della serata a La Semente:
Antipasto: Fantasia di farro alla ciliegia
Primo: risotto alla ciliegia
Secondo e contorno: lombo di maialino in salsa di ciliegia e insalatina con noci e ciliegie
Dessert: dolce a sorpresa
Il tutto naturalmente accompagnato da acqua e vino. Si comincia alle ore 20.30.
Come per ogni cena in casa La Semente, per info e prenotazioni potete contattare Eleonora al numero 338.6344821. Il costo della serata è di 20 euro a partecipante.
Vi aspettiamo!